SONAR

CONTINUA      

 RELAZIONE SUL LAVORO SVOLTO ALL'I.C.."L.PIRANDELLO "DI CANICATTI'

CONTINUA CON LA RELAZIONE  ------->

Notizie personali

Prof. Ignazio Todaro, nato a Naro il 04/08/1937. In servizio nelle Scuole statali fin dal 1968, non ha mai riportato nessun procedimento disciplinare e non è mai stato oggetto di demerito.Ha ricoperto la carica di Vicepreside dal 1970 al 1993 nella Scuola media “Milani” di Palma Montechiaro e nella Scuola media “S. Agostino” di Naro ed ha riportato l’Ottimo nelle qualifiche;è stato nominato annualmente Preside incaricato nelle Scuole medie dal 1994 e dal 1997 nella Scuola media “L. Pirandello” di Canicattì, una Scuola ad indirizzo musicale, dove si attua anche la sperimentazione della seconda lingua straniera: l’Inglese e che pertanto rimane aperta dalle ore 8,30 fino alle ore 18,30. Si precisa che detta scuola, nell’anno scolastico 1998/99, è stata impegnata nei progetti europei Sottoprogramma 14 Misura 14.1 e Misura 14.2 e si è distinta nella produzione di materiale didattico multimediale richiesto dall’Ispettore ministeriale Prof. Carmelo Barbera per gli usi di sua competenza.   ATTIVITA’ INTEGRATIVE CURRICOLARI

 Negli anni di presidenza nella scuola media “Pirandello” ora Istituto comprensivo, nell’ambito delle attività integrative curricolari, per dare ai ragazzi il senso di appartenenza al territorio in cui vivono e delle loro origini, il Capo d’istituto ha sempre favorito la rivalutazione delle tradizioni antiche facendo partecipi gli alunni e i genitori di tutte quelle ricorrenze locali che prima di loro i loro padri e i padri dei loro padri vivevano come momenti straordinari della loro vita.

Muffulettata

Santa Lucia

Natale

Carnevale

Cannilera e sapulcri

Partecipazione a mostre, concerti, concorsi, attività sportive, manifestazioni teatrali, cineforum,presentazione di libri e iniziative locali promosse dal Comune e da Associazioni esterne a cui la scuola ha sempre partecipato ha permesso ai ragazzi di vivere attivamente quanto succede nel loro territorio per ricavarne insegnamenti e per mettere in discussione quanto di negativo vi succede.La partecipazione a concorsi a livello locale, regionale e nazionale ha visto gli alunni arrivare sempre ai primi posti (Nicholas Green, concorso di poesia a Torino,concorsi di pittura indetti dal comune e dalla provincia, concorsi musicali, gare sportive studentesche-Battipaglia) tanti trofei, tante targhe e tanti regali per gli alunni hanno arricchito in questi anni le bacheche dell’istituto e soprattutto hanno accentuato nei ragazzi il senso di appartenenza a questa scuola. CONTINUITÀ’La scuola media “Pirandello”, al suo arrivo, aveva un’utenza omogenea: figli di contadini, agricoltori, disoccupati,ma mancavano i figli dei professionisti ed era raro il caso in cui i genitori avessero il diploma. Atti di teppismo erano all’ordine del giorno, i ragazzi iscritti presentavano problemi o non potevano essere seguiti dalle famiglie, il Capo d’istituto che l’aveva preceduto aveva cominciato a  dare una connotazione diversa alla scuola ampliando l’offerta formativa, infatti, aveva introdotto la sperimentazione musicale e la sperimentazione della seconda lingua straniera. Ciò non bastava,ora bisognava fare di più: intraprendere rapporti con gli insegnanti della scuola elementare e con essi attivare progetti di continuità. Si è fatto ancora di più, nell’anno scolastico 1997-1998 è stata programmata l’attività “Pace e mondialità” che ha visto i ragazzi esibirsi assieme in drammatizzazioni e canti. Altri progetti sono stati avviati nell’ambito della continuità che hanno avuto esito soddisfacente e lo dimostra il fatto che nell’anno scolastico 1999-2000 l’85% degli alunni del I Circolo si sono iscritti alla scuola media “Pirandello”.E’ diventata consuetudine che i ragazzi di quinta elementare vengano nella scuola media o che i ragazzi della media vadano nella scuola elementare per la “Muffulettata”, per la “Tavulata di S. Giuseppe” e per progetti di informatica e musica.Il Capo d’Istituto ha sempre promosso e favorito i rapporti tra i docenti delle due scuole partecipando a tutte le iniziative intraprese.Il monitoraggio sulla effettiva realizzazione di quanto programmato  in termini di efficacia è stato effettuato sulle iscrizioni alle prime classi nell’anno scolastico 2001-2002,da 409 iscrizioni si è passati a 476.Si è rilevato inoltre che il volto della scuola sta cambiando, infatti, figli di professionisti se ne contano parecchi e ragazzi particolarmente dotati frequentano la nostra scuola. Anche il tasso di dispersione è diminuito passando dal 1,01% allo 0,98% nell’anno scolastico 1998-1999.AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE ATTRAVERSO UN PIANO DI FORMAZIONEIl Capo d’Istituto, nell’ottica di ampliare l’offerta formativa della scuola e rendendosi conto che il Computer, oggi, rappresenta uno strumento indispensabile per migliorare la qualità dei docenti, per la costruzione dei saperi e per facilitare il processo di apprendimento, nell’anno scolastico 1997-1998 proponeva , d’accordo con il Collegio dei Docenti, un corso di aggiornamento di Informatica di venti ore (a costo zero ) per tutti i docenti tenuto dallo stesso. Nello stesso tempo proponeva al Collegio dei Docenti di aderire al Progetto 1a. Dopo il I corso,    venti docenti venivano informatizzati con un ulteriore corso sempre tenuto dallo stesso (a costo zero). Tali docenti incentivati con il fondo d’istituto progettavano un multimedia “Il Lavoro” e a fine anno realizzavano un CD con esito soddisfacente. Intanto, dopo il finanziamento del Progetto 1a, la scuola si arricchiva di sette computer. Nell’anno scolastico 1998-1999 il Capo d’Istituto, consapevole di avere delle buone risorse umane già informatizzate, proponeva un nuovo Corso di Aggiornamento d’Informatica tenuto dallo stesso( a costo zero) e dalla Prof.ssa Antonella Attanasio    e come animatori nominava due docenti della scuola dallo stesso informatizzati. L’entusiasmo dei docenti doveva essere gratificato e, pertanto, il Capo d’Istituto proponeva al Collegio dei Docenti di partecipare al Progetto 1b. Veniva prodotto a fine anno un ottimo Cd “Io e l’Europa". Contemporaneamente la Scuola veniva scelta per partecipare al Corso finanziato dall’ UE Sottoprogramma 14.1 e Sottoprogramma 14.2. Alunni e docenti impegnati producevano due CD “Progetto europeo Misura 14.1 e 14.2” e “ Progetto europeo Misura 14.1” inviati al Ministero e da Questo utilizzati.Il Progetto 1b veniva finanziato e, oggi, la scuola dispone di tre laboratori d’Informatica ( due nella sede centrale e uno nella sede succursale) e un altro in allestimento. Nell’anno scolastico 1999-2000 un ulteriore corso di aggiornamento (a costo zero) veniva fatto dal Capo d’istituto per tutti i docenti. Inoltre, i venti docenti informatizzati , nei mesi Novembre e Dicembre, con un corso di venti ore, si adoperavano per informatizzare tutti i docenti che ancora mostravano delle resistenze. A Gennaio 2000 il 60% dei docenti era pronto ad usare il computer con gli alunni, infatti, a Febbraio veniva introdotto l’orario flessibile in tutte le classi e l’Informatica diveniva ora curricolare. La collaborazione del Capo d’Istituto e la sua consulenza sono servite non solo di aiuto, ma soprattutto di stimolo a fare di più e meglio.  Si precisa che la Scuola, avendo dato prova di efficienza nel campo informatico e possedendo le antenne satellitarie, è stata scelta come centro d’ascolto “Progetto Autosat” sotto la direzione del Capo d’Istituto.L’ambizioso progetto di informatizzare un team di venti docenti che a loro volta informatizzassero gli altri ha richiesto poco più di due anni scolastici. Le risorse finanziarie impiegate sono state minime e il risultato più che buono.Tutti i docenti partecipanti si ritengono fieri di poter usare il computer, di farlo usare agli alunni e di poter fruire dei servizi che Internet offre loro e che gli permettono di elevare la loro qualità di Docente.Inoltre l’uso del computer ha permesso ai docenti di poter fare parte del Progetto Pp2  e Pp3, del Progetto TIC, del Progetto DM61 indetti dal Ministero

 SPERIMENTAZIONE DELL’ORARIO FLESSIBILE PER L’INTRODUZIONE DELL’INFORMATICA COME ORA CURRICOLARE Dopo aver predisposto un piano di formazione per l’uso delle nuove tecnologie e dopo avere costatato che il 60% dei docenti era in grado di usare il computer, il Capo d’istituto affidava ad una Commissione il compito di predisporre l’orario flessibile per permettere l’introduzione dell’Informatica come ora curricolare e per favorire, quindi, l’uso dei tre laboratori di informatica.Il progetto è stato rivolto a tutte le classi della scuola(sede centrale e sede succursale) con la partecipazione di tutti i docenti.Nell’anno scolastico 1999-2000 tutte le classi (I, II, III) hanno svolto un programma di approccio al computer e uso di programmi di videoscrittura. Risorse finanziarie impiegate: costo zero.

COMUNICAZIONE PUBBLICA TRAMITE INTERNET

Il Capo d’Istituto, avendo predisposto nell’anno scolastico 1997-1998 un piano di informatizzazione dei docenti, pur affidando la comunicazione pubblica sui servizi erogati alle reti televisive locali, ai giornali, agli incontri con i genitori, sentiva la necessità di utilizzare il mezzo informatico.Nell’anno scolastico 1998-1999 la scuola appare su Internet con un sito Web e uno di posta elettronica. Il sito conteneva notizie sulla scuola e sulle principali attività che in essa si svolgevano. Nell’anno scolastico 1999-2000 tale sito è stato aggiornato. Il compito di programmare il sito è stato affidato ad una docente della scuola che già aveva acquisito una buona padronanza dell’uso di alcuni programmi necessari all’iniziativa. La gestione del sito, comprende oggi aggiornamenti periodici in relazione alle attività svolte, ai progetti portati a termine e al materiale didattico..

INCONTRI E COMUNICAZIONI SCUOLA-FAMIGLIA Incontrare le famiglie per interagire in sinergia nel processo formativo dell’alunno è una connotazione della Scuola Media “Pirandello” in cui il Capo d’Istituto, i docenti e il personale ATA sono costantemente impegnati.

Il Capo d’istituto si è sempre adoperato affinché le famiglie non entrassero a scuola solo durante il ricevimento mensile e l’ora settimanale dedicata dai docenti, ma ha predisposto incontri per la scelta della scuola superiore (orientamento).  Altri momenti di incontro attivo sono stati:

§         la “Festa dell’Accoglienza “preparata da venti mamme con la collaborazione dei docenti ad inizio d’anno

§         la “Muffulettata” il 7 Dicembre che ha visto genitori, alunni e docenti preparare i “Muffuletta” a scuola

§         il Carnevale- Genitori e docenti hanno preparato un gruppo mascherato che ha sfilato per le vie cittadine

§         li “sapulcra e li cannileri” preparati da genitori e figli e poi esposti in una mostra a scuola.

.Il Capo d’Istituto,inoltre, si è sempre premurato di accogliere i genitori, di sentire il loro parere e di esaudirne le richieste.

 SPERIMENTAZIONE DELL’AUTONOMIAnegli anni 1998/2000La scuola nel 1998/99 già da alcuni anni aveva portato avanti delle sperimentazioni con successo per cui i docenti si presentavano ben disposti alle innovazioni. Pertanto per dare delle risposte concrete alle istanze del territorio,previo consenso di tutte le componenti scolastiche, il Collegio dei Docenti portava avanti la sperimentazione dell’autonomia organizzativa e didattica. Nel 1999/2000 la sperimentazione continuava e si stilava il POF in armonia con le decisioni e le scelte dei docenti.Pertanto per migliorare la qualità dell’offerta formativa e per dare a tutti l’opportunità di valorizzare attitudini e creatività il Capo d’istituto aveva deciso di sperimentare l’autonomia attuando i seguenti progetti: Progetto fotografia,multimediale,storia del costume, linguistico, sportivo e ceramica. I progetti di fotografia e ceramica sono stati organizzati dai docenti della scuola con la collaborazione di un esperto in ceramica e di uno in fotografia. Il progetto riguardante la storia del costume è stato realizzato in rete con l’Istituto Professionale Femminile di Canicattì e si è concluso con una bellissima sfilata. I costumi realizzati dal professionale sono stati indossati dai loro alunni, mentre le nostre alunne hanno indossato abiti d’epoca forniti dalla collezione di Milko D’Alacchi Il progetto multimedialità è stato portato avanti dai docenti interni della scuola.  I progetti di lingua straniera tedesco e spagnolo ( durata triennale) sono stati finanziati col progetto lingua 2000 e hanno migliorato sicuramente la conoscenza delle suddette lingue da spendere nel mondo del lavoro.    CONTINUA CON LA RELAZIONE